Workshop a Monte Ricco: progetti e pratiche contemporanee di rigenerazione del Patrimonio.

Un workshop di progettazione culturale integrata dedicato al Colle di Monte Ricco aperto a giovani architetti e artisti
Venerdì 12 / sabato 13 ottobre 2018 Forte di Monte Ricco – Pieve di Cadore  

La Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, in collaborazione con Dolomiti Contemporanee organizza un workshop di progettazione nell’ambito del progetto europeo Interreg Italia-Austria V A 2014-2020 STREAM – Sostenere il Turismo sostenibile, la Rigenerazione urbana e la promozione delle Arti in aree Montane. Il workshop, della durata di due giorni, ha l’obiettivo di riflettere sullo sviluppo e l’implementazione dell’area di Monte Ricco in un’ottica di rigenerazione e valorizzazione, arte e cultura, architettura e paesaggio, favorendo al contempo nuove e inedite interazioni con il sottostante spazio urbano di Pieve di Cadore. Il workshop vedrà la partecipazione di artisti, architetti e docenti universitari e ha come obiettivo la prefigurazione di idee e di indirizzi progettuali per Monte Ricco. Al workshop possono partecipare gratuitamente un numero massimo di 15 giovani artisti e architetti, tramite l’invio del proprio curriculum vitae e portfolio.


Programma del workshop:

Sera giovedì 11 / mattina venerdì 12 ottobre:

arrivo dei giovani artisti e architetti selezionati a Pieve di Cadore, con ospitalità nelle residenze per artisti presenti a Pieve oppure alla Colonia dell’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore dove è attivo Dolomiti Contemporanee.

Venerdì 12, ore 15.00/18.00:

avvio del workshop presso il Forte di Montericco a Pieve di Cadore; illustrazione del progetto STREAM e degli obiettivi del workshop progettuale; presentazione delle iniziative e progettualità in corso: l’attività della Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, Dolomiti Contemporanee e il Forte di Monte Ricco, Masterplan per la rigenerazione a base culturale di Monte Ricco e del suo rapporto con Pieve di Cadore, esperienze architettoniche e artistiche contemporanee di rigenerazione del paesaggio; all’incontro sono invitati anche stakeholders, associazioni e popolazione locale.

Sabato 13, ore 9.00/13.00:

Promenade alpinistico-progettante a Monte Ricco e Pieve di Cadore, con la visita al Forte di Monte Ricco, Batteria Castello, Parco del Roccolo, Falesie del Colle, Casa Natale Tiziano; pranzo al sacco autogestito.

Sabato 14.00/18.00:

Al Forte di Monte Ricco, pomeriggio di lavoro ai tavoli con i giovani architetti e artisti: confronto/elaborazione sui temi progettuali, restituzione testuale e grafica, realizzazione di un documento progettuale di sintesi; in chiusura, un brindisi collettivo.

Il documento progettuale finale verrà presentato il 30 ottobre al Forte di Monte Ricco, dalle 16.30 alle 19.00, durante il finissage della mostra Brain-tooling; un momento di confronto partecipato, con la partecipazione degli abitanti e delle associazioni di Pieve di Cadore.


Comitato scientifico:

Maria Giovanna Coletti (Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore)

Antonio De Rossi (Politecnico di Torino)

Gianluca d’Incà Levis (Dolomiti Contemporanee)

Coordinamento:

Antonio De Rossi (Politecnico di Torino)

Conducono il workshop:

Antonio De Rossi (Politecnico di Torino)
Architetto, è professore ordinario di Composizione architettonica e urbana, e direttore del centro di ricerca Istituto di Architettura Montana, presso il Politecnico di Torino. E’ stato vicedirettore dell’Urban Center Metropolitano di Torino. Con La Costruzione delle Alpi (Donzelli, 2014), ha vinto l’edizione 2015 del Premio Mario Rigoni Stern per la letteratura multilingue delle Alpi.

Gianluca d’Incà Levis (Dolomiti Contemporanee)
Ideatore e curatore di Dolomiti Contemporanee, e direttore del Nuovo Spazio di Casso.
A partire dal 2010, ha avviato una serie di progetti curatoriali e di riflessioni che mettono in relazione, l’arte contemporanea, il recupero di spazi industriali o civili dismessi, e la montagna. Centrale l’idea di produrre immagini rinnovative, operando su ambiente naturale e paesaggio in modo critico e proiettivo, e rifiutandone le letture stereotipe. La pratica di Dolomiti Contemporanee, sperimentale e innovativa, alimenta una riflessione che tocca ed integra tra loro gli ambiti d’arte contemporanea, archeologia industriale e ambiente naturale, cultura d’innovazione, Paesaggio e Patrimonio, imprese creative, rebranding, rigenerazione e riuso, alpinismo culturale. Nel 2013 ha ideato e avviato il Concorso Artistico Internazionale Two Calls for Vajont. Nel 2014 ha ideato e avviato Progettoborca.

Moreno Baccichet (architetto)
Architetto, dottore di ricerca in Storia dell’architettura e dell’urbanistica, insegna Urbanistica e Pianificazione territoriale presso le Università di Ferrara, Udine e Venezia. Le sue ricerche sono tese a definire l’evoluzione degli insediamenti storici in Veneto e Friuli, e a proporre nuove pratiche per la pianificazione contemporane

Marta Allegri (artista)
Artista e docente di Teorie Plastiche Contemporanee presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Da sempre il suo lavoro artistico riflette sulle necessità e potenzialità dell’architettura e di spazi e siti abbandonati, nella logica di una loro valorizzazione culturale.


Come partecipare al workshop

La partecipazione al workshop per gli artisti e architetti è gratuita, e comprende l’ospitalità notturna per le sere di giovedì 11 e venerdì 12 ottobre.

Il curriculum vitae/portfolio va inviato alla Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore inviando una e-mail all’indirizzo

centrostudi@tizianovecellio.it

entro il giorno 21 settembre 2018.

Entro il giorno 30 settembre 2018 la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore invierà risposta circa l’esito della candidatura rispondendo all’indirizzo e-mail usato per l’invio del curriculum vitae.


SCARICA IL PROGRAMMA IN FORMATO PDF